Conoscere e Fotografare la montagna

di Manola Biggeri

Lo scorso 27 ottobre si è conclusa la prima edizione del corso CONOSCERE E FOTOGRAFARE LA MONTAGNA, organizzato dalla Scuola di escursionismo per la sezione CAI di Firenze. Un corso per tutti, fruibile indistintamente sia dall’escursionista più esperto, a volte troppo proteso ad arrivare alla fine del percorso, sia dal neofita che per la prima volta si volge alle bellezze della montagna. Le parole chiave sono state OSSERVARE, CONOSCERE e, solo poi, FOTOGRAFARE. L’obbiettivo primario è stato quello di familiarizzare con l’ambiente e ‘sentirlo’ in connessione prima di provare a fotografarlo e, quindi, a ridisegnarlo ognuno con il proprio occhio e con la propria sensibilità attraverso qualunque mezzo, dalla fotocamera più moderna al semplice cellulare. 

In questo percorso ci hanno aiutato docenti esperti, forestali, architetti e fotografi naturalisti. Probabilmente è stato il primo esperimento didattico in Italia in tal senso, è stato molto partecipato e apprezzato dai partecipanti. Il corso si è composto di lezioni teoriche in cui sono stati dati rudimenti sulla geologia e la flora delle nostre montagne, a volte davvero sorprendente, sulle tracce che il passaggio dell’uomo ha lasciato nell’ambiente montano e per finire rudimenti essenziali, tecnici e filosofici, di fotografia naturalistica. 

Per descrivere meglio l’esperienza, queste sono  le impressioni che ho raccolto parlando con gli altri partecipanti: “ci hanno aperto le porte di un castello incantato che è sempre stato lì ma che, nell’era del twitter, non avevamo mai letto con attenzione”; “devo ringraziare i docenti: Marco, Carlo e Fabrizio che cito semplicemente per me in ordine di apparizione, per avermi consentito di conoscere un nuovo mondo a un passo da casa ma che possiamo ritrovare dovunque uscendo semplicemente dalla città e dedicandosi ad osservare” e ancora: “non avevo mai notato quanto possa essere bello un solo fino d’erba illuminato dalla luce del sole al tramonto”. 

Dato l’entusiasmo, non possiamo che metterci al lavoro per CONOSCERE E FOTOGRAFARE LA MONTAGNA 2!  

I partecipanti (foto A. Ciabatti)
Condividi questo articolo attraverso i tuoi canali social!